Erosione della Costa di Salerno, Muroni scrive al Ministro sull'opera di risanamento

19 Ottobre 2018 Author :  
Costa di Salerno ed erosione, il deputato Muroni scrive al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare: “La provincia di Salerno è stata ammessa dalla regione Campania al finanziamento del grande progetto di difesa e ripascimento del litorale del golfo di Salerno tra la foce del fiume Picentino ed il litorale di Magazzeno. Il decreto dirigenziale regionale 241 ha ammesso a finanziamento il primo lotto del progetto dell'ente di palazzo Sant'Agostino per un importo complessivo di 28 milioni di euro nell'ambito dei fondi Por-Fesr 2014-2020 per la riduzione dei rischi naturali e antropici. Il Grande progetto «Interventi di difesa e ripascimento del litorale del golfo di Salerno» dovrebbe, nelle intenzioni dei proponenti, risanare e mettere in sicurezza un tratto di litorale che si estende tra la foce del fiume Picentino e il litorale di Magazzeno; l'intervento di risanamento prevede opere di difesa e di ripascimento che dovrebbero contrastare il costante e progressivo arretramento della linea di costa a causa di Fenomeni di erosione e tutelare gli abitati e le infrastrutture costiere, nonché valorizzare e ripristinare gli habitat costieri; su questo progetto la Legambiente ha espresso forti contrarietà. «Il grande progetto "Interventi di difesa e ripascimento del litorale del Golfo di Salerno" ritorna in auge con la riammissione a finanziamento a valere sui fondi comunitari 2014-2020, ma stavolta monco di una parte degli interventi previsti in origine. Auspicavamo un progetto di sistema sostenibile ma oggi questo intervento, che non è più definibile neppure "Grande progetto", rischia di provocare ancora più danni»: è quanto dichiara, in una nota, il presidente Legambiente Campania che esprime «la totale contrarietà alla realizzazione del Grande progetto del litorale di Salerno» - dichiara - “Si apprende da una intervista rilasciata al Tg regionale Campania che il presidente della giunta regionale riferendosi al Grande progetto di difesa del litorale salernitano ha aperto al confronto con la comunità scientifica. «Un'apertura - secondo Legambiente Campania - quella del presidente "tempestiva", visto che arriva ben dopo 12 anni trascorsi senza prendere mai in considerazione alcuna delle proposte avanzate da Legambiente insieme al comitato No Tonz e avvallate anche da rappresentanti della comunità scientifica»; secondo Legambiente Campania si tratta di un'apertura singolare, visto che proprio, il 10 ottobre 2018, si è svolta una delle sedute pubbliche di gara per l'affidamento congiunto dell'esecuzione dei lavori e della progettazione esecutiva del «Grande progetto» di difesa del litorale salernitano con un sistema a celle tra la foce del fiume Picentino ed il litorale Magazzeno a Pontecagnano. Se ci sono margini per intervenire e migliorare il progetto, si è disponibili al confronto, conclude la nota di Legambiente”. Il deputato Muroni quindi si chiede se il Ministro non intenda adottare, per quanto di competenza e nel rispetto delle attribuzioni della regione Campania, “iniziative per verificare il corretto utilizzo delle risorse europee, considerate le indicazioni contenute nel progetto Eurosion - gestione integrata delle zone costiere (Gizc) - promosso dalla Commissione europea che valutava di scarsa efficacia, oltre che costose e con elevati costi di manutenzione, le tradizionali opere ingegneristiche pesanti, mentre indirizzava al ripristino degli apporti di sedimenti dai fiumi, alla creazione di spazi utili alla fisiologia erosione costiera, alla individuazione di giacimenti strategici di sedimenti marini per realizzare, e ove necessario, ripascimenti”.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2