Coronavirus: De Luca, piano da 604 mln per garantire il pane

04 Aprile 2020 Author :  
"Abbiamo fatto un lavoro enorme, anche dal punto di vista finanziario: pensate che il Governo ha dato 400 milioni di euro per tutti i Comuni italiani, la sola Regione Campania investe 604 milioni". Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, presenta cosi' il piano socio-economico messo in campo per fronteggiare l'emergenza coronavirus. "Sono fondi del bilancio regionale - precisa - fondi sviluppo e coesione, fondi europei non ancora impegnati, fondi che riguardano il Patto per la Campania, cioe' fondi nostri. Abbiamo fatto una riprogrammazione di tutto, gli interventi previsti sulle infrastrutture li abbiamo spostati sugli aiuti alle famiglie, alle persone, alle imprese e ai professionisti. Abbiamo di fronte un'emergenza che ci obbliga a dare in primo luogo respiro alle persone e alle imprese". Questo "sforzo enorme", avverte De Luca, "non servira' a niente se non usciremo dall'epidemia". Ribadisce quindi l'appello a essere responsabili, perche' "i due fine settimana che abbiamo davanti sono decisivi per avviarci al superamento della crisi. Se in queste due settimane ci rilassiamo o adottiamo comportamenti di massa irresponsabili - chiarisce - torniamo daccapo". Il presidente della Campania chiede quindi ai cittadini "10-15 giorni di sacrificio", poi "da dopo Pasqua, o da fine aprile, possiamo cominciare realisticamente a pensare a una seconda fase nella vita del nostro Paese". Al di la' dei singoli interventi, spiega De Luca, "abbiamo cercato di sburocratizzare al massimo le procedure", per "far arrivare subito le risorse ai soggetti beneficiari", evitando "misure ripetitive rispetto a quelle nazionali o dei Comuni". Sul fronte delle politiche sociali il piano prevede un investimento di 272 milioni. Ci sara' un bonus di 600 euro per persone con disabilita' non gravissime o famiglie con figli autistici, per uno stanziamento complessivo di 30 milioni. Ai Piani sociali di zona saranno trasferiti 39 milioni per le persone con gravi disabilita', alla rete complessiva dei servizi sociali territoriali vanno 57 milioni. Per due mesi, inoltre, si porteranno a 1.000 euro tutte le pensioni che sono sotto questa soglia. "E' una misura che vogliamo presentare anche al Governo - riflette De Luca - perche' un Paese che consente che ci siano pensioni anche di 490 euro non e' civile". Ci saranno anche contributi ai Comuni piu' interessati dalla presenza di migranti per migliorare l'alloggio (1,4 mln), garantire servizi di trasporto (350 mila euro) e assistenza sanitaria (1 mln). Tra le misure di sostegno alle aziende c'e' un contributo una tantum di 2.000 euro, da aggiungere ai fondi nazionali, alle microimprese artigiane, commerciali o industriali con meno di 10 dipendenti e fino a 2 milioni di fatturato, oltre a un credito a tasso zero per investimenti fino a 20mila euro. Ai professionisti e autonomi con fatturato sotto i 35mila euro, che hanno registrato una riduzione dell'attivita' lavorativa, sono destinati 80 milioni, attraverso un contributo di 1.000 euro una tantum, in aggiunta ai 600 euro del Governo. Previsto anche un bonus da 1.500 a 2.000 euro per le aziende agricole, del settore pesca, dell'ortofrutta e della zootecnia, con provvedimenti specifici per sostenere la filiera bufalina (20 mln) e il settore florovivaistico (10 mln). Ci sono 30 milioni per il comparto turistico, a sostegno dei lavoratori stagionali, circa 25 mila persone, che riceveranno 300 euro per quattro mensilita', anche in questo caso in aggiunta agli interventi nazionali. La Regione destina infine 45 milioni per le politiche abitative, con contributi sull'affitto e per i mutui sulla prima casa, oltre a sostegno al fitto dei locali commerciali.

Punto Stabia News

Punto Stabia News è un giornale online che si occupa del territorio tra Castellammare, i Lattari e la Penisola Sorrentina. 

CONTATTACI: 

redazione@puntostabianews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178