AdMedia

Maxi incendio ha devastato Sarno: cittadini evacuati e scuole chiuse

21 Settembre 2019 Author :  

Sarno sta bruciando letteralmente, incendio anche ad Episcopio. Incendio sul Monte Saretto e a Episcopio sul Monte Saro: domani scuole chiuse a Sarno, aperta la scuola Baccelli come centro di accoglienza per tutte le famiglie che vogliono abbandonare le proprie abitazioni. Le fiamme alte che da ore stanno devastando la collina del Monte Saretto, a causa del forte vento non accennano a diminuire nonostante il grande lavoro dei vigili del fuoco e della protezione civile. L'amministrazione comunale, intanto, ha chiuso le scuole di ogni ordine e grado per la giornata di domani ed ha aperto l'Istituto scolastico Baccelli di via Matteotti per l'accoglienza, in via precauzionale, per tutti i cittadini che abitano nella fascia pedemontana, ad accoglierli gli uomini della Protezione civile, Croce Rossa italiana e Vigili del fuoco.

Alla scuola Baccelli stanno iniziando ad arrivare le prime persone evacuate dal centro storico. La Protezione civile e la croce rossa stanno preparando brandine e tutto l'occorrente per accogliere le persone. La situazione resta molto critica, invasa dalle fiamme la chiesa del Carmine e le mura medievali: il monte Saretto è completamente devastato e la situazione preoccupa pure ad Episcopio. 

In via precauzionale, i cittadini residenti a ridosso della zona pedemontana, interessata dall'incendio del Saretto, devono lasciare le case e recarsi nelle abitazioni di familiari e di amici, o in alternativa nell'Istituto Baccelli per trascorrere la notte al sicuro. Si sta lavorando celermente per controllare il fronte di fuoco. Dispiegati, su tutta la zona pedemontana, gli uomini della protezione civile regionale che per tutta la notte sorveglieranno la zona. Il sindaco di Sarno Giuseppe Canfora ha attivato prontamente tutte le attivita' di emergenza. Lo stesso sindaco ha emesso una ordinanza di evacuazione per circa 200 persone ed ha annunciato che chiederà lo stato di calamità e la messa in sicurezza immediata del Monte Saretto.

Tutto è iniziato alle ore 17.30. il Sindaco Canfora: "Chederò lo stato di calamità" 

Tutto è iniziato alle ore 17.30 circa quando sono partiti i primi focolai, ma causa il vento forte in poche ore le fiamme si sono propagate da est a ovest in pochissime ore su tutta la collina lampendo le abitazioni. Aria irrespirabile su tutto il territorio, e solo alle ore 23.30 circa la situazione è migliorata anche perchè è calato il vento, ma le fiamme continuano ad essere alte. Distrutto completamente il patrimonio boschivo che è stato messo a dura prova. Alle prime luci dell'alba arriveranno gli elicotteri per spegnere definitavemente le fiamme. 

Tanta la solidarietà da parte dei sindaci di tutto il territorio che sono stati in contatto tutta la serata con il sindaco Canfora ed hanno mostrato la loro vicinanza e disponibilità. Il sindaco di Roccapiemonte Carmine Pagano ha inviato brandine e coperte che sono servite per allestire il centro di accoglienza all'interno della scuola Baccelli. Attivata la protezione civile regionale che hanno mandato i propri uomini, vigili del fuoco e protezione. Per fortuna le fiamme non hanno coinvolto le abitazioni.

"Ho emesso una ordinanza per l'evacuazione di 200 persone che stanno trovando ospitalità presso amici e parenti ed altri presso l'Istituto scolastico Baccelli. Ci dispiace per il disagio che stiamo provocando ad opera di criminali che hanno appiccato in maniera dolosa il fuoco. - dichiara il sindaco Giuseppe Canfora - In queste ore mentre bruciava il Saretto altri criminali o probabilmente gli stessi hanno appiccato il fuoco ad Episcopio, sopra le vasche per la mitigazione delle acque. Come l'anno scorso si delinea un disegno ben preciso da parte di criminali. Ringrazio tutta la protezione civile regionale, i vigili del fuoco, la croce rossa e la forestale per il lavoro che stanno svolgendo. C'è stata una vera e propria mobilitazione, ringrazio i tanti sindaci del territorio per la tanta solidarietà, il sindaco Carmine Pagano di Roccapiemonte che ha messo a disposizione brandine e coperte per allestire il centro di accoglienza. E' stato devastato il patrimonio boschivo del Monte Saretto messo a dura prova, chiederò lo stato di calamità e l'immediata messa in sicurezza del Saretto".    

Punto Stabia News

Punto Stabia News è un giornale online che si occupa del territorio tra Castellammare, i Lattari e la Penisola Sorrentina. 

CONTATTACI: 

redazione@puntostabianews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2