Agerola. Ricotta, burro e panna nella sporcizia: scatta la denuncia e il sequestro dei Nas

02 Luglio 2016 Author :  

Agerola. Prodotti caseari in cattivo stato di conservazione e non tracciabili, ed in più lavorati in locali in carenti condizioni igienico sanitarie. È quanto hanno riscontrato i carabinieri del Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Napoli nel corso di un controllo portato a termine in un caseificio ad Agerola. Sotto sequestro sono finiti ben 5 quintali di cagliata vaccina e 2 quintali di burro e panna da burrificare. I controlli dei militari rientrano nell'ambito dell'operazione «Estate tranquilla» che ha riguardato negli ultimi giorni tutto il territorio di Napoli e della provincia. Nella giornata di ieri il blitz dei militari del Nas, diretti dal comandante Gennaro Tiano, è stato messo a segno a piazza XXTV Maggio nel caseificio F. B., uno dei più noti di Agerola. I controlli dei carabinieri, accompagnati dal personale dell'Uov (Unità operativa veterinaria) dell'Asl Na3 Sud del distretto 58 di Gragnano, hanno riguardato i locali dell'attività commerciale compresi i luoghi della lavorazione. L'azione di controllo delle attività commerciali da parte dei militari del Nas si è intensificata con l'avvento della stagione estiva per garantire una maggiore sicurezza alimentare ai consumatori. Ad essere passata al setaccio anche la filiera della panificazione, in questo caso ad essere sorpresi dai controlli sono state alcune attività commerciali tra Gragnano e Casola di Napoli. Alimentari mal conservati e senza documenti che attestano la tracciabilità.

Punto Stabia News

Punto Stabia News è un giornale online che si occupa del territorio tra Castellammare, i Lattari e la Penisola Sorrentina. 

CONTATTACI: 

redazione@puntostabianews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178