Fonderie Pisano, pressing dei sindacati per la delocalizzazione

18 Ottobre 2018 Author :  
Un incontro il prima possibile con Vincenzo De Luca. A chiederlo, per l’ennesima volta, sono le segreterie regionali e provinciali di Cgil e Fiom. Che, in accordo con quanto discusso con l’assemblea dei lavoratori delle Fonderie Pisano all’indomani del fermo amministrativo imposto all’impianto dagli uffici regionali, hanno inviato una lettera al presidente della Regione Campania per riprendere il confronto in chiave complessiva sul tema del nuovo impianto da realizzarsi in area industriale. Il copione, insomma, si ripete. Dopo l’ultimo fermo all’attività dell’opificio di Fratte sulla base dei controlli dell’Arpac e dei dati da essa forniti, maestranze e sindacati tornano a insistere sulla delocalizzazione. Un obiettivo quanto meno necessario: infatti secondo i sindacati, la delocalizzazione, è l'unica reale garanzia per il futuro delle maestranze nonché l’occasione per altri possibili sbocchi occupazionali. Da qui, l’ennesima richiesta al governatore De Luca.

Punto Agro News

PuntoAgronews è un giornale online che si occupa del territorio tra l'Agro Nocerino Sarnese e la Costiera Amalfitana. 

CONTATTACI: 

redazione@puntoagronews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2