AdMedia

Agerola. Caseifici fuorilegge, raffica di sanzioni

18 Luglio 2018 Author :  

Nell'ultimo blitz dei carabinieri di Agerola, agli ordini del maggiore Donato Pontassuglia e del comandante Luigi Mascolo, sono stati sottoposti a sigilli ben 300 chili di alimenti per mancata tracciabilità. Quindi di origine ignota e non conformi per la vendita. Una task force con l’ausilio del nucleo del Nas e del Noe provenienti da Napoli. Un totale di 3.500 euro di sanzioni amministrative è il risultato dei primi controlli, partiti la scorsa settimana. Ma non è tutto. A ricadere sotto i riflettori dei militari anche un deposito, di un’azienda casearia, sottoposto a sequestro per carenze igienico-sanitarie. Controlli che puntualmente vengono operati dai militari, cosi come lo scorso anno quando la raffica di blitz entrò in scena con “Estate tranquilla” che da Napoli si estese fino ai Monti Lattari. I nuclei Antisofisticazioni e Sanità dell’Arma, dopo le irruzioni in burrifici e caseifici, ispezionarono uno stabilimento di Agerola per il controllo dei prodotti. Per le irregolarità riscontrate furono poste sotto sequestro tre celle frigo, riscontrate in carenti condizioni igienico sanitarie e strutturali e oltre nove quintali circa di prodotti, privi di tracciabilità e rintracciabilità. Un monitoraggio continuo in tutela della salute dei consumatori che si affidano ai prodotti locali per una elevata qualità.

Punto Stabia News

Punto Stabia News è un giornale online che si occupa del territorio tra Castellammare, i Lattari e la Penisola Sorrentina. 

CONTATTACI: 

redazione@puntostabianews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178