AdMedia

Scontro tra Londra e Mosca sull'ex spia russa avvelenata

14 Marzo 2018 Author :  

Il presidente Donald Trump ha avuto in queste ore una conversazione telefonica con la premier britannica Theresa May sul sul caso Skripal, concordando con May che "il governo della Federazione Russa deve fornire risposte inequivocabili su come questo agente chimico, sviluppato in Russia, sia arrivato ad essere utilizzato nel Regno Unito". Lo riferisce la Casa Bianca. Trump ha inoltre manifestato la solidarietà degli Usa con il Regno Unito, "nostro maggiore alleato". Gb riapre casi su 14 morti,anche Berezovski - La polizia e i servizi segreti dell'MI5 compiranno nuovi accertamenti sulla morte negli ultimi anni nel Regno Unito di 14 persone, russe o legate in qualche modo alla Russia, sulle cui circostanze sono stati in passato sollevati dubbi. Lo ha annunciato la ministra Amber Rudd, rovesciando il 'no' del governo ribadito fino a ieri. Fra i fascicoli, chiusi a suo tempo come non sospetti, quello relativo al chiacchierato oligarca Boris Berezovski: morto in Inghilterra dopo essere entrato in rotta di collisione con Vladimir Putin. Johnson, incoraggiati da risposte alleati - Londra è "incoraggiata dalla volontà degli alleati di mostrare sostegno e solidarietà" sul caso dell'avvelenamento a Salisbury dell'ex spia russa Serghei Skripal dopo le accuse rivolte a Mosca e l'ultimatum. Così oggi il ministro degli Esteri, Boris Johnson che aggiunge: "La Russia deve spiegare entro mezzanotte come è capitato che un agente nervino novichok sia stato usato nel Whiltshire" e "divulgare pienamente" le informazioni su tali sostanze "all'Organizzazione per la Proibizione delle Armi Chimiche" (Opac). Macron a May, attacco inaccettabile - Il presidente francese, Emmanuel Macron, affrontando il caso Skirpal nel corso di un colloquio telefonico con la premier britannica Theresa May, ha "condannato un attacco inaccettabile" e ricordato "l'impegno della Francia nella lotta contro l'impunità rispetto all'uso di armi chimiche": è quanto riferiscono fonti dell'Eliseo. Macron ha inoltre "garantito la piena solidarietà della Francia al Regno Unito". Mosca,pronte ritorsioni se Gb vara sanzioni - Il ministero degli Esteri russo definisce il caso dell'ex spia russa avvelenata una "colossale provocazione internazionale", avverte Londra che a nessun media britannico sarà più concesso di lavorare in Russia se la Gran Bretagna chiuderà 'Russia Today' nel Regno e ammonisce sul fatto che le agenzie governative russe stanno preparando una serie di misure ritorsive nel caso in cui il governo di Theresa May varasse nuove sanzioni anti-russe. Lo riferisce Interfax. Mosca,non c'entriamo,Londra ci dia analisi - La Russia non ha nulla a che fare con il caso dell'ex agente dei servizi russi avvelenato in Gran Bretagna insieme alla figlia e non risponderà all'ultimatum del Regno Unito sino a che Londra non le darà accesso alle analisi sulla componente tossica. Così il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov rispondendo alle parole di Theresa May, secondo quanto riporta Interfax.

Punto Stabia News

Punto Stabia News è un giornale online che si occupa del territorio tra Castellammare, i Lattari e la Penisola Sorrentina. 

CONTATTACI: 

redazione@puntostabianews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2