AdMedia

Dati sui tumori, nuovo strappo tra il ministro Grillo e De Luca

20 Novembre 2018 Author :  
"Qualcuno parla di minestra riscaldata? Io non ho mai visto un protocollo in cui si specifica che saranno usati i dati dei medici di famiglia di tutta la Campania, e in particolare delle province interessate, soprattutto per monitorare lo stato dei tumori". Parlando a Radio Anch'io il vicepremier Luigi Di Maio stamattina ha rilanciato uno dei punti inclusi nel protocollo siglato ieri dal governo a Caserta per azioni contro i roghi dei rifiuti in Campania. Il ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico si riferisce al primo punto dell'allegato 2 all'intesa, quello sotto il quale non compare la firma del governatore campano, Vincenzo De Luca. È su questo accordo con i medici di base, infatti, che si e' consumato uno strappo tra il governo e la Regione, in particolare un nuovo scontro a distanza tra De Luca e il ministro della Salute, Giulia Grillo. L'Ambito d'intervento 1 del protocollo per Terra dei Fuochi per tutelare la salute della popolazione di Caserta prevede "l'implementazione e la messa a sistema delle analisi epidemiologiche per tutti i medici di medicina generale" che avra' come referente il ministero retto da Giulia Grillo. L'obiettivo e' quello di "valorizzare e mettere a sistema - si legge nel piano d'azione del governo - le metodiche di progetti tipo 'epi.Ca', sostenendo le azioni dei medici di base, assicurando l'acquisizione sincronica delle risultanze ed effettuare, tramite l'Istituto superiore della sanita', verifiche puntuali e analisi epidemiologiche in coordinamento con il registro tumori della Regione". Il piano, secondo il protocollo, andrebbe attuato entro 90 giorni ma potrebbe fallire per il mancato coinvolgimento della Regione. In questo ambito, infatti, non ci sara' alcun coordinamento tra l'ente di palazzo Santa Lucia e l'esecutivo. "In Campania - questa la critica del governatore De Luca - un solo ente certifica i dati oncologici ed e' il registro dei tumori. Altre iniziative, che hanno un sapore pre o post elettorale, noi le contestiamo in modo radicale". L'iniziativa e' proprio il progetto 'epi.Ca' (epidemiologia Cancro), che il ministro Grillo vuole "estendere in tutta la Campania", un piano che prevede di raccogliere report dei medici di base in un database informativo per confrontarli con i dati nazionali e regionali sui tumori. "In maniera totalmente gratuita e priva di ogni riscontro scientifico - ha attaccato De Luca - si e' cercato di rilanciare una connessione tra malattie tumorali e problema ambientale che non ha nessuna base scientifica. I dati del nostro registro tumori ci dicono che siamo in una situazione sovrapponibile alla media nazionale. Ma il protocollo del governo, non firmato dalla Regione, accenna a soggetti privati in relazione al controllo dei dati oncologici". Il progetto 'epi.Ca' e' promosso da clinici dell'associazione Medici per l'Ambiente ed e' a loro che il governatore si riferisce quando accenna a dei "ciarlatani" con cui la Regione "non ha alcuna intenzione di interloquire". In Campania "un solo ente certifica i dati oncologici, ed e' il registro tumori" che, secondo il commissario alla sanita' regionale e governatore, sara' completato entro il 2018 con l'accreditamento dell'unico registro mancante, quello dell'Asl Napoli 1. E il progetto 'epi.Ca'? Se per De Luca e' un'iniziativa "dal carattere propagandistico" per Di Maio, "non si e' mai voluta sostenere, nonostante i medici di famiglia si fossero organizzati in questi 10 anni con una propria rete di monitoraggio del territorio".

Punto Stabia News

Punto Stabia News è un giornale online che si occupa del territorio tra Castellammare, i Lattari e la Penisola Sorrentina. 

CONTATTACI: 

redazione@puntostabianews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2