AdMedia

Napoli, il momento del riscatto europeo è arrivato

18 Settembre 2018 Author :  

Ci risiamo: manca poco al ritorno della coppa più importante di tutte, la Champions League. Oramai la musica è già pronta a ripartire, le emozioni del meglio del calcio europeo sono pronte a ritornare. Ed in Champions League ritorna anche il Napoli, per il terzo anno consecutivo, ma questa volta con un ‘Re di Coppe’ come non ce ne sono molti in Europa: Carlo Ancelotti, l’allenatore che ha sollevato più coppe dalle grandi orecchie di tutti attualmente in attività nel Vecchio Continente.

 

Carletto l’ha giocata e l’ha vinta, la Coppa dei Campioni. Carletto ha allenato ed allenando ha vinto, la Champions League. Ora la dura missione di dare al Napoli quella mentalità di respiro europeo per far sì che gli azzurri brillino anche sul palcoscenico più importante di tutti.

 

Non sarà facile ma i mezzi per fare bene, dalle parti di Napoli, ci sono eccome. Il tecnico ha a più riprese parlato di fare un passo in più, di raggiungere il gradino più alto, quel che ancora manca ed è mancato ad Insigne e compagni. Con un demiurgo così, il cui nome è sinonimo di garanzia, non è azzardato dire che il Napoli si candida a vera e propria sorpresa della stagione e dei prossimi anni, se saprà confermarsi dopo lo splendido triennio con Maurizio Sarri alla guida. Ma quello è il passato, in Europa la musica dovrà cambiare e il Napoli dovrà trasformarsi. Con il solito girone di fuoco: da sempre, in Europa, il Napoli non pesca mai facile o comunque mai in discesa: è capitato una sola volta, e fu primo posto. Ma questa volta è andata veramente come peggio non poteva: al di là della modesta Stella Rossa, al ritorno in Europa dopo ventisette anni di assenza, gli azzurri dovranno fronteggiare due corazzate come PSG e Liverpool, un banco di prova niente male per gli azzurri che definire sfortunati sarebbe usare un eufemismo. Si tratta dell’ennesimo girone di ferro, contro due squadre tra le più attrezzate d’Europa e con il Psg in particolare, una corazzata di fenomeni e tra le principali candidate per la vittoria finale della Champions League.

 

Inutile nascondersi dietro ad un dito: servirà un’impresa. Al Napoli il duro compito di confrontarsi, con merito, contro realtà ben diverse e diversamente abituate ai palcoscenici europei. Ma gli azzurri, quest’anno, dovranno cacciare quel qualcosa in più perché la Champions è un obiettivo dichiarato della società: andare, quanto più avanti possibile ma andare, perché è un rito di passaggio obbligato ed è forse l’unico mezzo a disposizione per una crescita progressiva e garantita.

 

Il Napoli ha già dimostrato di poter combattere ed insidiare a certi livelli, anche con un tasso tecnico meno elevato di quello attuale: basti ricordare il Napoli di Mazzarri che riuscì a far la voce grossa contro il Chelsea, poi vincitore di quell’edizione della Champions. Nel triennio Sarri si sarebbe dovuto e si sarebbe potuto far di più anche in Europa League ma gli azzurri hanno dimostrato di dare sempre, o quasi, la priorità al campionato, inseguendo un sogno naufragato poco prima dei titoli di coda nella scorsa stagione. Con Ancelotti la musica cambia e la caratura europea del tecnico è anche in questo caso garanzia di affidabilità. Non c’è squadra o corazzata che tenga, i giudizi li emette il campo: per il Napoli il momento del riscatto europeo è arrivato. E forse, data anche la difficoltà, stavolta è tempo del salto di qualità.  

Punto Stabia News

Punto Stabia News è un giornale online che si occupa del territorio tra Castellammare, i Lattari e la Penisola Sorrentina. 

CONTATTACI: 

redazione@puntostabianews.it

Via Nazionale, 84018 - Scafati

Tel. 3285848178

 

 

Publica Blu Trasp2